INTRODUZIONE AL FESTIVAL

 

Il festival jazz di Unogas - Unojazz - giunge alla quinta edizione forte delle peculiarità che sin dall'esordio del 2010 lo contraddistinguono: tematica precisa e diversa in ogni occasione, concerti in esclusiva con artisti di grande reputazione e, soprattutto, la possibilita' di essere un festival itinerante, caratteristica che lo rende unico nel panorama internazionale. Dopo le precedenti manifestazioni tenutesi ad Arma di Taggia e Sanremo, Unojazz riconferma Milano, nella prestigiosa sede del cortile della Rocchetta del Castello Sforzesco, proprio nel cuore della città. Sede appropriata per la tematica di quest'anno: la trasversalità caratteristica sempre più spiccata della musica jazz odierna. E mai come quest'anno la varietà caratterizza Unojazz.
Consueta attenzione viene posta per il jazz europeo dove si vogliono ricercare musicisti dalla spiccata personalità, interpreti di proposte di assoluta eccellenza. Dalla Francia giunge Renaud Garcia Fons, compositore francese definito dalla critica "il paganini del contrabbasso", e di Biréli Lagrène, chitarrista gipsy considerato l'erede di Django Reinhardt.
Il tutto in esclusiva per Unojazz, grazie alla sensibilità del Gruppo Unogas Energia, un festival che nasce solo per passione ed i cui proventi vengono interamente devoluti in beneficenza all’Associazione Toko Vato.