GEORGE COLLIGAN

GEORGE COLLIGAN
George Colligan, nato nel New Jersey nel 1969, è un pianista jazz, organista, batterista, trombettista, insegnante e band leader. È uno tra gli artisti jazz più originali e convincenti della sua generazione. Vincitore di premi come compositore e come musicista (primo classificato alla Jazzconnect.com Jazz Competition), Colligan è ricercatissimo come supporter e ha collaborato con artisti del calibro di Cassandra Wilson, Don Byron, Buster Williams e Ravi Coltrane, sia sul palcoscenico che in sala di incisione (ha partecipato ad oltre 100 CDs).
Pur avendo studiato piano già all’età di 7 anni, il primo strumento al quale si è dedicato seriamente è stata la tromba, dopo che il suo insegnante Lee Stevens gli fece ascoltare differenti stili di musica, in particolare jazz. Fin dagli esordi era chiaro che George Colligan avrebbe seguito una carriera musicale, anche se meno evidente era con quale strumento. Nel 1987 si iscrisse al Peabody Conservatory of Music in Baltimore per studiare la tromba, mentre si continuava ad esibire nei club come pianista jazz, rafforzando il suo interesse in questo strumento.
Colligan attualmente è un membro della Jack Dejohnette’s new Quintet. Come leader solista Colligan ha pubblicato 19 Album, caratterizzati dalla sua tecnica impressionante e dalla composizione sempre elaborata. Il suo ultimo CD, con l’etichetta Piloo Records, è intitolato Pride and Joy. Lo stile musicale di Colligan abbraccia tutto, dal musical al funk, dall’improvvisazione libera alla musica classica del 20° secolo.
La prestigiosa rivista “All About Jazz” lo definisce “Uno dei tesori nascosti del jazz..” (Chris Hoven), mentre John Kelman scrive: “Colligan merita ampiamente di essere il portabandiera della tradizione del piano trio…”. Dal 2009 Collingan si è trasferito in Canada, per tenere corsi alla facoltà di musica dell’Università di Manitoba “Marcel A. Desautels”, dove insegna Storia del Jazz, piano, batteria, tromba e gestisce numerosi Master avanzati. È sposato con la pianista jazz Kerry Politzer.